Browsing Category

Mutui

Tutto quello che devi sapere sui Mutui INPDAP

Le informazioni contenute in mutuoinpdap.net sono tratte dal nuovo regolamento dei mutui INPDAP e includono di conseguenza tutte le nuove regole e le news entrate in vigore successivamente a Ottobre 2015.

I regolamento e le normative vengono specificate all’interno del documento ufficiale “Il regolamento per l’erogazione di mutui ipotecari agli iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali” che a sua volta è stato approvato con determinazione presidenziale numero 79 / 24 luglio 2015.

 

mutui inps simulazione
Mutui,

Mutui Inps simulazione: come compiere il calcolo online del finanziamento

Mutui Inps simulazione, quali sono gli strumenti da utilizzare per verificare le caratteristiche del piano di rimborso? Il calcolo online dei mutui ipotecari Inps Inpdap è un’operazione eseguibile in pochi passaggi, grazie all’impiego dei servizi online Inps. Mutui ipotecari Inps Inpdap: il calcolo online Mutui Inps simulazione online: come compierla? Sono sufficienti pochi minuti e l’utilizzo delle funzionalità del sito dell’Istituto, il cui indirizzo web è https://www.inps.it/. Raggiunta la pagina principale, sarà necessario cliccare sul link denominato “Tutti i servizi”. Verrà così caricata una pagina in cui saranno elencati tutti i servizi online disponibili. Individuare quello di nostro interesse è piuttosto semplice. Basta inserire la voce “Mutui” nel campo “Filtra per tema”, premere il pulsante “Filtra” e quindi cliccare il servizio desktop chiamato “Gestione dipendenti pubblici: simulazione piano di ammortamento mutui ipotecari”. Verrà aperta una nuova pagina, nella quale dovrà essere selezionato il collegamento “Procedi con la simulazione”. L’utente sarà chiamato a specificare il tipo di tasso, l’entità del finanziamento, la durata del rimborso e il valore dell’abitazione. Quello riportato è un esempio di simulazione. Simulazione online: le caratteristiche del piano di rimborso La simulazione fornisce un quadro piuttosto puntuale del piano di rimborso. Sono elencate le rate, il relativo

come richiedere un mutuo inpdap
Mutui,

Come richiedere un mutuo Inpdap: la guida aggiornata al 2018 sull’invio online

Come richiedere un mutuo Inpdap nel 2018? Quali sono le novità e che procedure vanno seguite? Dipendenti e pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali interessati a questo finanziamento dovranno inviare online la domanda. Servizi online Inps: come raggiungere la funzionalità di richiesta del mutuo Andrà inoltrata in particolari periodi dell’anno, i primi dieci giorni di gennaio, maggio o settembre. Andranno usati i servizi online del sito Inps che risponde all’indirizzo inps.it. L’utente dovrà autenticarsi sul portale dell’Istituto e deve quindi disporre del PIN dispositivo, un codice di identificazione rilasciato dall’ente previdenziale. La richiesta prevede vari documenti. Per compiere la richiesta l’utente dovrà accedere alla sezione “Tutti i servizi”, qui inserire, nel filtro per tema, l’opzione “mutui”. Dovrà poi essere selezionato il servizio denominato “Domande Mutui Ipotecari Edilizi”. A questo punto l’utente dovrà digitare il codice fiscale e il già citato PIN. Vi sono varie categorie di domande, quella da selezionare dipende dalle esigenze dell’iscritto. Il mutuo Inpdap Inps prevede del resto vari utilizzi, dall’acquisto della prima casa alla sua ristrutturazione e costruzione, arrivando all’acquisto di un box o posto auto. Richiesta mutuo Inpdap 2018: l’inserimento dei dati Come richiedere un mutuo Inpdap: i dati da inserire.

surroga mutuo inpdap
Mutui,

Surroga mutuo Inpdap: come funziona questa opportunità di risparmio

Cos’è e come funziona la surroga mutuo Inpdap? La surroga, nota anche come portabilità del mutuo, è un’operazione che permette di risparmiare sul proprio finanziamento modificando le condizioni di rimborso definite a livello contrattuale. Cos’è il mutuo ipotecario Inps e come funziona la surroga Grazie alla surroga il mutuatario può trasferire il proprio debito presso un nuovo istituto di credito che fornisce condizioni più convenienti. Trasferimento totalmente a costo zero per il cliente. Non è prevista l’iscrizione di una nuova ipoteca. Con la surroga è possibile intervenire sul tipo di tasso di interesse, sullo spread e sulla durata del rimborso. Non può invece essere intaccata l’entità del finanziamento, verrà trasferito quindi il debito residuo. Questo intervento prevede il coinvolgimento di tre soggetti. Da una parte abbiamo infatti la banca surrogata, ossia l’istituto di credito presso il quale è stato sottoscritto il mutuo di partenza, dall’altra la banca surrogante, la nuova banca scelta dal cliente. Al centro c’è il mutuatario, ovvero il beneficiario del finanziamento. Il dipendente o pensionato iscritto alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, che ha stipulato un mutuo, può utilizzare la surroga mutuo Inpdap per ottenere il finanziamento ex Inpdap Inps. Il mutuo Inpdap è infatti

mutuo inpdap prima casa
Mutui,

Mutuo Inpdap prima casa: come funziona, a chi è rivolto e cosa offre

Vuoi acquistare, costruire o ristrutturare la tua abitazione? Sei alla ricerca di un finanziamento a tasso agevolato in grado di rispondere alle tue necessità? Con il mutuo Inpdap prima casa puoi ricevere fino a 300mila euro a condizioni vantaggiose, ecco come funziona e come calcolare il piano di rimborso. Mutuo ipotecario Inps per dipendenti e pensionati pubblici Cosa offre il mutuo Inpdap prima casa? È uno strumento per finanziare l’acquisto o la costruzione della prima casa, ma anche vari interventi (dalla ristrutturazione all’ampliamento) e persino l’acquisto di un box auto. La categoria di richiedenti è rappresentata da dipendenti pubblici e pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. I lavoratori devono essere assunti con un contratto lavorativo a tempo indeterminato. Il finanziamento è curato dalla Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps, dato che l’Inpdap non è un ente previdenziale operativo. Quando utilizziamo quindi l’espressione mutuo Inpdap, ci stiamo in realtà riferendo al mutuo ipotecario Inps rivolto agli iscritti alla Gestione unitaria. Gli utilizzi secondo il regolamento In base all’utilizzo che viene fatto del mutuo è stabilita la somma massima. Vi sono tre finalità: per l’acquisto, l’assegnazione da società cooperative in proprietà divisa, o la costruzione della prima casa, l’Inps può

graduatorie mutui inps inpdap
Mutui,

Graduatorie mutui Inps Inpdap: ecco i criteri per ricevere il finanziamento

Se le disponibilità del Fondo Credito non dovessero risultare adeguate, l’Inps stilerà delle graduatorie mutui Inps Inpdap per gestire le richieste di finanziamento. Scopriamo i criteri per l’assegnazione del mutuo. Mutuo Inpdap Inps 2018: i criteri di accesso al credito Quali sono i parametri di riferimento per la redazione delle graduatorie mutui Inps Inpdap 2018? Qualora i fondi stanziati, da parte delle direzioni regionali, per le domande di mutuo durante i vari quadrimestri non siano sufficienti, è prevista l’introduzione delle graduatorie. I criteri adottati vengono specificati dall’articolo 10 del Regolamento Inps pertinente i mutui ipotecari rivolti agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. I fattori determinanti sono: la composizione del nucleo familiare il reddito imponibile del nucleo familiare Questo è quanto previsto invece per il punteggio delle graduatorie mutui Inps Inpdap. In merito alla composizione del nucleo familiare troviamo: 5 punti per ogni componente; 8 punti per ogni componente portatore di handicap grave; 3 punti per il richiedente che nel 1° giorno del quadrimestre considerato si sia sposato da non oltre tre anni. È prevista la cumulabilità dei punteggi citati. In merito invece al reddito familiare imponibile, vi sono: 30 punti per reddito fino a 25mila euro

mutuo inpdap assicurazione
Mutui,

Assicurazione Mutuo Inpdap: è obbligatoria? Regolamento 2018

Mutuo Inpdap assicurazione, di cosa si tratta? È obbligatoria oppure facoltativa? Vediamo cosa stabilisce il regolamento Inps relativo a questo mutuo ipotecario incentrato sulla prima casa. Mutuo Inpdap prima casa 2018: chi può ottenerlo Il mutuo Inps ex Inpdap è una formula di finanziamento, basata sulla prima casa, destinata a rispondere alle richieste di dipendenti pubblici e pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. La linea di credito fa riferimento alla Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps, dato che l’Inpdap ha terminato le sue attività nel 2011. L’argomento chiave del nostro approfondimento, ovvero il mutuo Inpdap assicurazione, è affrontato dal Regolamento Inps pertinente questo finanziamento. Assicurazione mutuo obbligatoria: come funziona L’articolo 15 del Regolamento è dedicato alla “Polizza assicurativa”. Il beneficiario del mutuo deve assicurare la struttura immobiliare posta come garanzia ipotecaria a fronte dei rischi di incendio, fulmine e scoppi. La polizza va sottoscritta con pagamento anticipato del premio. È inoltre previsto l’obbligo di rinnovo fino alla conclusione del rimborso. L’assicurazione casa deve specificare il valore dell’immobile che sarà oggetto di un processo di perizia condotto dall’Istituto. Il mutuatario dovrà inoltrare alla sede dell’Istituto di riferimento una copia del contratto assicurativo stipulato. Assicurazione facoltativa: i rischi coperti Mutuo

rinegoziazione mutuo inpdap
Mutui,

Rinegoziazione mutuo Inpdap: cos’è, come funziona e procedure di richiesta

Cos’è e quando avviene la rinegoziazione mutuo Inpdap? Come richiederla, a chi rivolgersi? Vediamo le opportunità previste dal Regolamento Inps ex Inpdap relativo al mutuo ipotecario. Mutuo Inps ex Inpdap prima casa: modifica delle condizioni contrattuali Cos’è la rinegoziazione mutuo Inpdap, quando è possibile richiederla? Si tratta di un’opportunità, relativa al beneficiario del finanziamento, che permette di ridefinire alcune condizioni di rimborso. A godere di questa opportunità è quindi il dipendente o il pensionato iscritto alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, il pubblico cui è rivolto il mutuo ipotecario ex Inpdap Inps. Attraverso la rinegoziazione può essere modificato il tasso di interesse, la durata del rimborso, magari per disporre di una rata più gestibile, e/o lo spread. La rinegoziazione è un’alternativa alla surroga perché permette la modifica di alcune condizioni contrattuali. Ma la rinegoziazione, a differenza della surroga, non prevede di cambiare la banca o più in generale l’ente erogatore. Quando è possibile richiedere la rinegoziazione del mutuo Per quanto riguarda la rinegoziazione mutuo Inpdap, va preso in esame il Regolamento Inps. È una possibilità di cui possono fruire i mutuatari (titolari del mutuo) non morosi. In particolare, la rinegoziazione può verificarsi in uno dei seguenti scenari: malattia

sospensione rata mutuo inpdap
Mutui,

Sospensione rata mutuo Inpdap: il Regolamento

Quando è possibile procedere con la sospensione rata mutuo Inpdap? Cosa prevede il regolamento? Si tratta di un’opportunità di cui può fruire il beneficiario del mutuo che non risulti moroso o i familiari “succeduti nella titolarità del mutuo”, secondo quanto previsto dall’Inps. Regolamento Inpdap 2018: ecco cosa prevede La sospensione può avere una durata non superiore a due rate e può determinarsi in uno di questi scenari, contemplati dal Regolamento Inps: “malattia del mutuatario o del coniuge, che ne abbia ridotto la capacità economica a seguito di aspettativa senza assegni o riduzione della retribuzione”; morte del beneficiario del mutuo o del coniuge; perdita del lavoro che deve verificarsi in modo involontario da parte del mutuatario o del coniuge; episodi calamitosi determinatisi nel luogo dov’è ubicato l’immobile; scenari relativi a morosità incolpevole comunicati dai mutuatari attraverso la Direzione provinciale di riferimento. Come sospendere la rata del mutuo per dipendenti pubblici Come inoltrare la richiesta di sospensione rata mutuo Inpdap? Il mutuatario non moroso, ovvero dipendente o pensionato iscritto alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, deve inviare la richiesta alla Direzione Inps competente. Questa interverrà per appurare la presenza dei requisiti previsti. Possono trascorrere fino a 30 giorni dal momento

estinzione anticipata mutuo inpdap
Mutui,

Estinzione anticipata mutuo Inpdap: costi e modalità secondo il regolamento

Come avviene e quando è possibile ottenere l’estinzione anticipata mutuo Inpdap? Sono previste delle penali? Per dare una risposta puntuale dobbiamo leggere il Regolamento Inps relativo al mutuo Ipotecario destinato agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Come funziona l’estinzione anticipata Scorrendo il regolamento fino all’articolo numero 23, troviamo le disposizioni in merito alla “Estinzione del contratto di mutuo”. L’Inps permette, “in qualunque momento” durante il periodo di rimborso, al beneficiario del mutuo di estinguere in misura parziale o totale il finanziamento. È previsto che il mutuatario estingua il mutuo mediante un pagamento in un’unica soluzione. L’Inps non dispone l’applicazione di penali. Rientra nell’ambito della estinzione anticipata mutuo Inpdap anche la surroga passiva. La surroga, lo ricordiamo, permette il trasferimento del proprio debito presso una nuova banca che presenta condizioni di rimborso più convenienti. Grazie alla surroga è possibile intervenire sul tipo di tasso, la durata del rimborso e lo spread praticato dall’Istituto di credito. Mutui ipotecari ex Inpdap Inps: chi può ottenerli Chiariti gli aspetti legati alla estinzione anticipata mutuo Inpdap, vediamo altri aspetti nodali del Regolamento. Dal punto di vista delle condizioni generali di rimborso, è importante sottolineare che il mutuo Inpdap è in realtà

numero verde inps ex inpdap
Mutui,

Numero verde Inps ex Inpdap: servizio Contact center e numero di telefono

Sei alla ricerca di un contatto diretto con l’Inps? Con il numero verde Inps ex Inpdap hai un alleato prezioso per ricevere assistenza sui servizi, online e non, dell’Istituto nazionale della previdenza sociale, tra cui quelli ex Inpdap. Qui potrai trovare tutti i riferimenti aggiornati. Contact center Inps, assistenza agli iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici Il numero verde Inps ex Inpdap risponde in realtà al servizio denominato Contact center. Questo fornisce supporto e informazioni agli iscritti dell’Istituto, tra questi abbiamo ovviamente quanti fanno riferimento alla Gestione Dipendenti Pubblici. Stiamo parlando di un servizio disponibile 24 ore su 24 se si vuole ricevere risposte in modo automatico. Ma è possibile interagire anche con un operatore, in questo caso però vi sono degli orari da rispettare: dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 il sabato dalle 8 alle 14 Il numero e più in generale i contatti da utilizzare cambiano a seconda di quale strumento venga adottato per rivolgersi all’Inps. Chi preferisce chiamare da rete fissa dovrà usare il numero 803 164, mentre da cellulare andrà digitato lo 06 164 164. Servizi online ex Inpdap: da Skype al VoIP Parla con noi È possibile utilizzare il Contact center (numero verde Inps